I leader di domani sui banchi della Scuola Manageriale Cc-Ti

Al via in settembre il prossimo ciclo formativo, le iscrizioni sono aperte!

La Scuola Manageriale della Cc-Ti è frequentata da diversi professionisti con formazioni di base diverse fra loro e che rappresentano uno spaccato molto interessante del tessuto economico ticinese, notoriamente molto variegato. Vi sono pertanto esponenti di piccole e grandi aziende, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi in particolare. Tutti hanno uno scopo comune, cioè integrare e migliorare le loro competenze, nell’ottica della gestione aziendale e di funzioni dirigenti.

Nell’articolo seguente vi proponiamo due testimonianze differenti, proprio per dare l’idea dei molteplici profili che si riscontrano tra i partecipanti.

Progresso continuo

 Intervista a Massimiliano Paganini, Direttore Alfred Müller SA

Già Direttore di un gruppo attivo a livello svizzero, si è messo in gioco, affrontando un percorso di formazione superiore con la Cc-Ti. Ce ne può parlare?

Ho deciso di frequentare la Scuola Manageriale 2019/2020 perché nonostante la mia età (53 anni), 35 anni d’esperienza lavorativa e 4 attestati professionali in mio possesso, ritengo che la formazione e l’aggiornamento continuo siano fondamentali se si vuole rimanere al passo con i tempi, in particolar modo in questi periodi dove i cambiamenti sono sempre più repentini rispetto al passato. La mia curiosità innata e il desiderio di voler costantemente imparare cose nuove mi ha spinto ad iscrivermi a questo corso. Grazie a questi fondamenti e alla formazione continua, da apprendista muratore ho potuto raggiungere una posizione dirigenziale. Il mio attuale lavoro richiede competenze e responsabilità a 360°, il programma offerto dalla Cc-Ti rispecchia pienamente le mie esigenze pratiche/teoriche e calza a pennello con quanto richiesto dalla mia professione. Inoltre il tipo di “organizzazione famigliare” che ho riscontrato finora e il fatto di svolgere le lezioni al lunedì pomeriggio sono valori aggiunti notevoli per la mia Work-Life Balance. Non da ultimo l’attestato federale rilasciato è un buon biglietto da visita e incentivo per superare gli esami finali.

Consiglierebbe la Scuola Manageriale Cc-Ti ad altri professionisti?

Sì lo consiglierei senza indugio a tutti coloro che desiderano migliorare le proprie competenze nell’ambito di gestione generale di PMI, ma anche a coloro che si rispecchiano nel mio percorso professionale.

Crescita personale e professionale

Intervista a Deborah Gehri, Consulente di vendita, assistente marketing, Gehri Rivestimenti SA

Quali sono i motivi che l’hanno spinta ad iscriversi alla Scuola Manageriale Cc-Ti?

Il primo a consigliarmi la Scuola Manageriale Cc-Ti per Specialista della gestione PMI è stato mio padre, Andrea Gehri, il quale nel 1988 conseguì il diploma nell’allora Formazione di Capi-azienda in collaborazione con la Cc-Ti. Studiare mi è sempre piaciuto. Nel 2017 ho conseguito il Bachelor in Comunicazione Aziendale presso l’USI e da lì ho sempre cercato di allineare lavoro e formazione. Prima, lavorando e seguendo una scuola di tedesco a Zurigo, poi, ottenendo un diploma come consulente specializzata nella vendita di prodotti da rivestimento ceramici, organizzato dall’ASP. Questo percorso di crescita personale e professionale, mira ad avvicinarmi alla realtà dell’azienda di famiglia, la Gehri Rivestimenti SA nella quale lavoro da circa un anno. L’iscrizione alla Scuola Manageriale è nata dal desiderio di proseguire formandomi in modo parallelo e coerente con il mio lavoro, presente e futuro.

Dopo 7 mesi di corsi, può tracciare un primo bilancio?

Il corso ha la capacità di allineare nozioni teoriche di gestione con situazioni di pratica quotidiana stimolando la riflessione verso la propria impresa. Consente inoltre di interfacciarsi con figure professionali specializzate in vari settori d’attività: dai docenti esperti ai compagni. Dopo circa 6 mesi di corso e 2 esami alle spalle, sono soddisfatta dell’esperienza che questa scuola mi dà e attendo con curiosità le nuove e interessanti tematiche che ci aspettano dopo la pausa estiva.

Tutti i dettagli e maggiori informazioni su www.cc-ti.ch/scuola-manageriale.

Si consolida la Scuola Manageriale

Nell’intervista con Roberto Klaus, Direttore SSIB Ticino, vediamo come i percorsi della Scuola Manageriale siano determinanti per il successo professionale. In settembre parte il nuovo ciclo formativo!

La Scuola Manageriale della Cc-Ti ha attirato molto interesse da parte di diversi professionisti che l’hanno scelta per integrare e migliorare le loro competenze. Come si sta sviluppando?

La Scuola Manageriale ha consolidato il suo percorso di formazione professionale. Il  corso erogato permette al professionista che lo intraprende di acquisire maggiori  competenze, che gli consentiranno di assumere nuove responsabilità in azienda, con soddisfazione personale e competenze diverse all’interno della società dove opera. Il nuovo orientamento del corso ha incontrato l’interesse e l’adesione di molte aziende ed associazioni di categoria. Iniziati i colloqui e l’acquisizione delle iscrizioni nel corso del 2017, si è potuto dar avvio a una prima edizione nel mese di febbraio 2018 con ben 19  iscritti. L’interesse e il sostegno delle nostre associazioni di categoria affiliate ha  permesso di aumentare il numero di partecipanti: il 1° febbraio 2019 abbiamo dovuto dividere gli iscritti in due classi, per un totale di 33 studenti. Stiamo attualmente  implementando una nuova edizione per settembre 2019, le cui iscrizioni sono aperte.

A chi è destinata questa formazione?

Professionisti e impiegati che vogliono acquisire le competenze e le conoscenze per dirigere/ assumere la posizione di quadro in una PMI e/o coordinare e guidare un reparto di un’azienda di dimensioni più grandi. Il corso in questione è anche stato adottato da alcune associazioni di categoria e reso obbligatorio per l’ottenimento della maestria.

In che modo evolverà la Scuola manageriale?

È in fase di preparazione una nuova edizione del corso di “Economista aziendale PMI con diploma federale”. Questa formazione ha obiettivi strategici di  approfondimento e per accedervi è necessario aver ottenuto il riconoscimento  federale quale “Specialista della gestione PMI.” Si crea dunque una filiera  formativa svizzera orientata alle PMI.

Il prossimo ciclo riparte in settembre: le iscrizioni sono aperte! Per maggiori informazioni siamo a disposizione!

 

Risposte concrete e aggiornamento costante per le esigenze dell’economia ticinese

Focus sulla formazione continua su misura. La C-Ti propone un’ampia offerta di corsi sui temi della gestione aziendale, oltre che una Scuola Manageriale.

Linkedin conta oggi 560 milioni di utenti in tutto il mondo. In Ticino 71 mila professionisti e 2100 imprese fanno capo all’unico social network specializzato nel commercio interaziendale. Ma come utilizzare Linkedin per ampliare il giro di affari? Innovare con la strategia di Walt Disney, ovvero, come stimolare la creatività per produrre nuove idee e possibilità di sviluppo, in poche parole innovazione? Come usare i social media o il digital marketing per relazionarsi efficacemente con i clienti e rafforzare il proprio marchio nel web? Domande a cui rispondono alcuni dei tanti corsi di formazione puntuale della Cc-Ti, assai attenta alle trasformazioni indotte dall’economia digitale e a recepire le esigenze del nostro sistema produttivo.
Una formazione puntuale, che nasce dal filo diretto con le imprese e dal monitoraggio costante delle loro necessità, con un’ampia scelta di proposte che toccano ogni aspetto rilevante dell’attività imprenditoriale: comunicazione, diritto del lavoro, export, finanze, organizzazione aziendale, questioni giuridiche, risorse umane e vendita, a cui si aggiungono i percorsi formativi di lunga durata della scuola manageriale.
Sino a pochi decenni fa il bagaglio di competenze acquisite durante la formazione scolastica e professionale era un patrimonio che durava tutta la vita, oggi si stima non duri più di cinque anni. Un lasso di tempo brevissimo, non sostenibile per la formazione di base, che resta sempre fondamentale, ma che per forza di cose è molto più lenta nell’adeguare i suoi contenuti a scenari produttivi che mutano rapidamente. Rispetto a questa veloce obsolescenza, assumono più importanza la formazione continua e quella on the job, perché riescono a focalizzarsi più tempestivamente sull’acquisizione e l’aggiornamento delle competenze indispensabili ad un’economia che ha cambiato passo. Le tecnologie digitali prefigurano una produzione intelligente “non più incentrata su un sapere organizzato per mestiere, ma su un sapere orientato invece su filiere”, che richiederà competenze tecniche, attitudinali e trasversali, e al tempo stesso stanno già anticipando forme inedite di mercato basate sul predire e orientare le scelte dei clienti.
Anche la recente inchiesta congiunturale della Cc-Ti ha messo in luce la mancanza in Ticino di manodopera qualificata. Un deficit che evidenzia una sfida per la nostra scuola e il sistema formativo che si può riassumere in due punti essenziali: un processo educativo che sin dalla scuola dell’obbligo incentivi l’auto-responsabilizzazione individuale, affinché ognuno sia consapevole che il suo futuro professionale dipenderà dalla capacità di acquisire sempre nuove competenze; più sostegno alle imprese, magari sgravandole da inutili carichi burocratici, con una miglior promozione dell’apprendistato. Proprio quest’ultimo non rappresenta infatti una scelta di serie B, ma offre invece sicure opportunità di lavoro e di carriera, e alle imprese i profili professionali di cui hanno bisogno.

Ritrovate la posizione di Cristina Maderni, Vice Presidente Cc-Ti, Presidente dell’Ordine dei Commercialisti e della Federazione delle Associazioni di Fiduciarie del Cantone Ticino e candidata PLRT al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio, che si esprime sulla formazione e sulla necessità di personale specializzato

Nuovo corso della Scuola Manageriale Cc-Ti

Si amplia l’offerta della Scuola Manageriale con un corso dedicato alla logistica distributiva, in partenza nel marzo 2019.

I cambiamenti nei comportamenti e nel processo d’acquisto dei clienti, della tecnologia e delle normative statali obbligano gli operatori a rafforzare l’area economica legata alle attività di Supply Chain Management (SCM) e Logistica. Si tratta di un settore fondamentale per molte aziende. Infatti in esso spesso si determinano le innovazioni nel servizio alla clientela, l’ottimizzazione dei processi e la gestione dei costi.

È per questo motivo che la Cc-Ti, sempre alla ricerca di innovazioni da proporre alle aziende affiliate, tramite la sua Scuola Manageriale, ha voluto mettere l’accento sul tema e sull’ultimo miglio, ossia il trasferimento di merci da un hub logistico alla sua destinazione finale. 

L’aspetto unico e innovativo di questo progetto formativo di lunga durata consiste nell’analisi e nella ricerca di nuove applicazioni, opportunità e modelli di businessQuali nuovi prodotti, servizi e prestazioni possono essere aggiunti al momento della consegna tramite il contatto con il cliente finale?

Il corso si articola in 48 ore lezione, nelle quali si tratteranno questi temi:

  • Introduzione: definizioni, condivisione dei significati e situazione attuale
  • Definizione della filiera e approccio tecnico
  • Architettura di una rete distributiva: creazione, elaborazione di scenari e indicatori
  • Interazione tra web marketing, e-commerce e la consegna
  • L’innovazione e la sostenibilità anche sull’ultimo miglio
  • La consegna in tutto il mondo
  • Nuovi servizi sull’ultimo miglio: casi pratici
  • Lavoro finale di trasferimento e di ricerca di nuovi modelli di business: “… e nella mia azienda”
Le iscrizioni sono aperte, contattaci per maggiori informazioni!

Per l’incremento delle competenze del tessuto imprenditoriale

Aumentare le proprie conoscenze e sviluppare il proprio talento, grazie ad un corso di formazione continua come la Scuola Manageriale della Cc-Ti, è un modo sicuramente brillante per accrescere il valore della propria persona. Il fatto che il futuro quadro e/o dirigente assumerà in seguito la guida o una carica in una PMI, incrementa pure le competenze del tessuto imprenditoriale dove le aziende operano.

Nella video intervista con Roberto Klaus, Direttore SSIB Ticino, capiamo meglio come è strutturato il percorso formativo che porta all’ottenimento dell’attestato federale quale “Specialista della gestione PMI” e quale è il valore aggiunto del frequentare il corso della Cc-Ti.

Ricordiamo che questo percorso prevede 352 ore-lezione lungo 3 semestri. I moduli trattano materie quali gestione generale dell’impresa, leadership, comunicazione, gestione del personale, organizzazione, contabilità, marketing, pubbliche relazioni, rapporti con i fornitori e la clientela, diritto in materia di gestione PMI e si prevede un modulo interdisciplinare finale.

Sono ancora aperte le iscrizioni alla Scuola Manageriale, si parte il 1° febbraio 2019. Vi invitiamo a leggere le testimonianze dei corsisti che stanno concludendo il ciclo formativo 2018/2019.

Interessati? Contattateci direttamente, saremo felici di potervi dare tutti i ragguagli!

L’importanza della formazione continua per i leader di domani

Gestire un’impresa, sia essa piccola o media, con valori e visioni tipicamente “svizzeri” (richiamando caratteristiche come l’affidabilità, la qualità, l’innovazione, ecc.) è una prerogativa a cui la Cc-Ti punta anche nell’erogazione della formazione continua nella Scuola Manageriale (come pure nei corsi puntuali) che offre.

Il corso, che porta all’ottenimento dell’attestato federale quale “Specialista della gestione PMI”, prevede 352 ore-lezione lungo 3 semestri. I moduli trattano materie quali gestione generale dell’impresa, leadership, comunicazione, gestione del personale, organizzazione, contabilità, marketing, pubbliche relazioni, rapporti con i fornitori e la clientela, diritto in materia di gestione PMI e si prevede un modulo interdisciplinare finale.

Le adesioni e l’interesse verso questo percorso formativo sono in crescente aumento, tanto che si è deciso di comporre una seconda classe in partenza, in parallelo, con il ciclo 2019/2020. Di conseguenza sono ancora aperte le iscrizioni alla Scuola Manageriale. Si parte il 1° febbraio 2019.

Vi invitiamo anche a leggere le testimonianze dei corsisti che stanno concludendo il ciclo formativo 2018/2019.

Il corso è erogato in collaborazione con l’Istituto svizzero per la formazione dei capi azienda – SIU/IFCAM.

Interessati? Contattateci direttamente, saremo felici di potervi dare tutti i ragguagli!

Obiettivi diversi per un percorso comune

Sono diversi gli obiettivi che ci si pone quando si inizia a frequentare una formazione continua. Vi si ritrovano innumerevoli slanci che ben testimoniano la vastità delle necessità aziendali presenti nel nostro tessuto economico. La Scuola manageriale Cc-Ti offre ai suoi partecipanti un percorso di formazione professionale superiore, portandoli all’ottenimento dell’attestato federale quale “Specialista della Gestione PMI”.

Grazie alla diversità dei profili dei corsisti che partecipano al ciclo formativo, la Cc-Ti soddisfa molteplici esigenze. Ecco alcune testimonianze dell’edizione 2018/2019.

Da sin.: Fabio Angotti, Simona Forni e Michel Ferrulli

Nel campo industriale

“Essere Supply Chain Manager all’interno di Rapelli SA, industria alimentare di riferimento per il Ticino, è per me molto stimolante. Analizzo e delineo i processi aziendali ed il loro miglioramento continuo. L’esigenza di espandere ulteriormente le mie competenze ha trovato in questa formazione un’ottima opportunità di sviluppo” afferma Michel Ferrulli, Supply Chain Manager presso Rapelli SA.

L’importanza della Swissness

“Ritengo che la cultura imprenditoriale improntata sulla ‘swissness’ rappresenti una ricchezza e un grande potenziale. È proprio per questo motivo che dopo il mio percorso all’estero sono approdato in Ticino e ho fondato www.snds.ch, web agency che in 3 anni è passata da 0 a quasi 20 dipendenti. Nella mia azienda porto la ‘swissness’ nel modo di gestirla; in questo senso, la mia partecipazione al corso è un’ulteriore conferma e un accrescimento delle mie competenze” continua Fabio Angotti, fondatore di SNDS socialandsearch Sagl.

La volontà di migliorarsi
“Ho concluso un apprendistato quale panettiera-pasticciera e avviato la mia carriera professionale quale sous-chef presso una prestigiosa struttura oltre Gottardo. Il corso della Scuola Manageriale Cc-Ti mi permetterà di acquisire le basi per disporre delle competenze necessarie per sviluppare nuove sfide future personali e professionali, quale dipendente o anche nel caso dovessi scegliere altre vie imprenditoriali” conclude Simona Forni, Sous-chef presso The Chedi 5*superior.

Le iscrizioni per il ciclo formativo 2019/2020 sono aperte. Contattateci per maggiori informazioni!

Serata informativa sulla Scuola manageriale Cc-Ti

È fondamentale creare le condizioni quadro, a livello strategico, per uno sviluppo sostenibile del talento in azienda. Grazie a dipendenti motivati, le aziende sviluppano migliori performances. Tra le attività della Cc-Ti in ambito formativo vi sono i corsi di formazione puntuale, per affinare e incrementare e competenze dei collaboratori in molteplici ambiti, come pure una Scuola manageriale che forma professionisti e li prepara al superamento dell’esame federale per l’ottenimento dell’attestato federale quale “Specialista della  gestione PMI”.

In questo senso, lunedì 10 settembre, alle ore 18.00, a Lugano, negli Spazi Cc-Ti (Corso Elvezia 16, sala Gildo Papa, 6° piano) si terrà per una presentazione dell’edizione 2019/2020, sono invitati tutti gli interessati per rispondere alle domande in merito ed ottenere maggiori informazioni. Per cortesia annunciare la vostra presenza scrivendo direttamente a Roberto Klaus, Direttore SSIB Ticino.

Competenze e necessità di crescita
La Scuola manageriale che ha preso avvio nel febbraio del 2018, vede numerosi professionisti provenienti da settori diversi cimentarsi con il corso “Specialista della gestione PMI”. È proprio questa eterogeneità di profili che permette un arricchimento notevole alla classe di partecipanti, perché dimostra come la scuola manageriale offra un percorso modulabile su esigenze simili, applicabili però a settori completamente differenti fra loro. Ed è su questa ricchezza che facciamo leva, affinché possa nascere un proficuo scambio di esperienze. “Ad un certo punto della mia vita ho sentito la  necessità di avere nuovi stimoli per crescere  dal punto di vista personale e lavorativo” afferma Nicolò Carta, Responsabile Amministrativo
della Panetteria-pasticceria Bignasca SA. “Questo corso mi offre delle solide basi applicabili direttamente nell’ambito lavorativo, impostando di conseguenza la successione aziendale” gli fa eco Moreno Bignasca, Responsabile della formazione professionale della Panetteria-pasticceria Bignasca SA. Sono due delle voci tangibili dei partecipanti, che portano la loro testimonianza.

Formazione in corso
Intanto la Scuola manageriale 2018/2019 si è arrestata per la pausa estiva dopo il primo semestre, e riprenderà a settembre. Magdalena Drozda, General Manager di Suricate SA ci parla delle sue impressioni dopo i primi mesi “Mi sono trovata molto bene! Immediatamente ho avuto validi strumenti che ho inserito nel mio contesto. Gli argomenti trattati hanno un focus preciso rivolto alle PMI”. Il tutto a dimostrazione del taglio pratico e rivolto al business di questo percorso.

Iscrizioni aperte
È già possibile iscriversi al nuovo ciclo formativo 2019/2020. Contattateci per maggiori dettagli e partecipate alla serata informativa del 10 settembre 2018.

Perfezionamento con sostegno della Confederazione

A partire dallo scorso gennaio, per gli interessati a frequentare una delle molteplici formazioni professionali superiori disponibili in Svizzera che preparano agli esami federali, vi è un’importante novità: coloro che partecipano ai corsi di preparazione agli esami federali riceveranno un sostegno finanziario direttamente dalla Confederazione, che aumenterà i contributi a favore della formazione professionale superiore in modo significativo.

L’introduzione di contributi federali diretti serve ad adeguare l’onere finanziario degli studenti del livello terziario, andando a creare nuovi professionisti qualificati.

Importi e informazioni specifiche

Grazie al finanziamento orientato alla persona, il contributo federale viene corrisposto direttamente a chi ha frequentato un corso di preparazione a un esame federale di professione o a un esame professionale federale superiore e che ha sostenuto l’esame. D’ora in poi ai partecipanti verrà rimborsato il 50% dei costi computabili dei corsi, fino a un massimo di 9’500 CHF per gli esami federali di professione e di 10’500 CHF per gli esami professionali superiori. I partecipanti potranno richiedere i contributi federali dopo aver sostenuto l’esame federale, indipendentemente dall’esito dell’esame. Tramite questo link diretto al sito della Sefri (Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione), è possibile trovare ancora più dettagli in merito sulle opportunità di richiesta del contributo, per chi ne volesse fare domanda.

Anche la Scuola Manageriale della Cc-Ti rientra in questa possibilità

Il corso di “Specialista della gestione PMI”, la cui edizione è partita il 19 febbraio con ben 20 iscritti, che sull’arco di un anno e mezzo di lezioni apprenderanno a dirigere e condurre una PMI e/o ad assumere un posto dirigenziale in un’azienda di grandi dimensioni, rientra anche in questo contesto. Trattasi infatti di una formazione superiore per cui la Confederazione riconosce un sostegno finanziario in merito.

La Cc-Ti, in collaborazione con l’Istituto svizzero per la formazione di capi azienda –  SIU/IFCAM, offre da molti anni, delle scuole manageriali atte a formare i futuri dirigenti e collaboratori di direzione di PMI ticinesi.

La figura  dello/a specialista in gestione di PMI è trasversale su molteplici competenze aziendali e comparti settoriali, in quanto egli può assumere la direzione operativa di tutti gli ambiti di una piccola azienda dell’artigianato del suo settore professionale.

Già aperte le preiscrizioni all’edizione 2019/2020!

Il riscontro ottenuto per la Scuola Manageriale della Cc-Ti è stato molto favorevole e, vista la grande richiesta, abbiamo già provveduto a strutturare il nuovo ciclo formativo, che partirà nel febbraio 2019. Le preiscrizioni sono aperte da subito.

Scuola manageriale Cc-Ti 2019/2020:
potete contattarci per ogni eventuale informazione e per le preiscrizioni.
Lisa Pantini, Responsabile delle Relazioni con i Soci, è a vostra disposizione!

La Scuola Manageriale della Cc-Ti partirà a pieno ritmo

Inizierà il 19 febbraio la scuola manageriale della Cc-Ti, che porta all’ottenimento del titolo “Specialista della gestione PMI”. Con una ventina di iscritti, provenienti da settori ed aziende molto diversificati tra loro, i partecipanti si immergeranno, per un anno e mezzo, in un corso di formazione impegnativo e stimolante, che li preparerà agli esami federali.

La figura dello/a specialista in gestione di PMI è trasversale su molteplici competenze aziendali e comparti settoriali, in quanto egli può assumere la direzione operativa di tutti gli ambiti di una piccola azienda dell’artigianato del suo settore professionale. Può anche essere occupato in qualità di quadro in un’azienda di media grandezza. Le competenze che acquisisce gli permettono, in special modo, di assistere sul piano operativo i membri della direzione in tutti gli ambiti della gestione.

La scuola manageriale della Cc-Ti permette dunque di offrire ai corsisti le basi per, una volta ottenuto il diploma, condurre un’azienda.

Dato il positivo riscontro ottenuto, vi informiamo che sono già aperte le preiscrizioni per l’edizione 2019-2020, che prenderà avvio a partire dal 1° febbraio 2019.

Per informazioni e un contatto diretto:
Lisa Pantini, Responsabile delle relazioni con i soci, pantini@cc-ti.ch, Tel. +41 91 911 51 32