Incontri e scambi proficui in Iran per la Cc-Ti e la LCTA

Dal 29 aprile al 3 maggio 2017 una numerosa delegazione ticinese (25 persone) ha partecipato alla prima missione in Iran organizzata dalla Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del Cantone Ticino (Cc-Ti) e dalla Lugano Commodity Trading Association (LCTA), in stretta collaborazione con Switzerland Global Enterprise (S-GE).

Marco Passalia, Vice direttore della Cc-Ti e General Secretary della LCTA con Pedram Soltani, Vicepresidente della Camera di commercio iraniana (Iran Chamber of Commerce, Industries, Mines and Agriculture)

Ad accompagnare i rappresentanti delle aziende, Michele Rossi e Marco Passalia per la Cc-Ti/LCTA e Monica Zurfluh per S-GE che hanno coordinato il programma e assistito le aziende ticinesi nei vari colloqui avuti in loco con interlocutori iraniani.  I partecipanti, rappresentanti di diversi settori (bancario, fiduciario, commodity trading, energia, automotive, costruzioni,…), hanno infatti seguito un intenso programma, il cui scopo era quello, da un lato, di offrire alle aziende una panoramica conoscitiva del mercato iraniano tramite dei seminari e degli incontri istituzionali, e, al medesimo tempo, di fornire dei contatti concreti con potenziali partner tramite l’organizzazione di incontri B2B.

Oltre ai contatti con le aziende locali, la delegazione ticinese ha incontrato il Chargé d’affaires a.i. dell’Ambasciata Svizzera, Stéphane Rey, che ha fornito un briefing estremamente dettagliato sulla situazione attuale in Iran. Inoltre Marco Passalia, Vicedirettore della Cc-Ti, ha avuto modo di discutere direttamente con Pedram Soltani, Vicepresidente della Camera di commercio iraniana (Iran Chamber of Commerce, Industries, Mines and Agriculture), sottolineando l’importanza del progresso delle relazioni economiche tra Svizzera e Iran e individuando alcuni settori in cui vi è un grande potenziale per lo sviluppo di sinergie, soprattutto nel settore della farmaceutica e delle cosiddette “life sciences”, nel commercio di materie prime e nella moda.

I partecipanti hanno avuto modo, inoltre, di prendere parte alla conferenza organizzata dalla Cc-Ti e dalla LCTA, in stretta collaborazione con la Camera di commercio Iran-Svizzera, intitolata “Key business sectors in Switzerland”. Davanti ad un selezionato pubblico di potenziali partner sono stati presentati i principali settori dell’economia ticinese tramite quattro panel (“Swiss Energy Technologies” / “Swiss Life Sciences” / “Swiss Technologies in the automotive sector” e “Swiss commodity trading”) in cui sono intervenute alcune aziende della delegazione, vere punte di diamante della nostra economia. Si è trattato quindi di un momento chiave del programma in cui le imprese svizzere hanno avuto un’ulteriore occasione di farsi conoscere e di allargare la propria rete di contatti locali.

Gli incontri e gli scambi avuti durante questa visita sono stati molto proficui e il grande numero di partecipanti alla missione va a dimostrare il notevole interesse per l’Iran, Paese che attualmente attira indubbiamente molto. Il successo della missione conferma la pertinenza del lavoro della Cc-Ti e della LCTA sul mercato iraniano. I prossimi passi dipendono ovviamente dagli sviluppi politici in Iran e a livello internazionale, che la Cc-Ti sta monitorando attivamente.

Cc-Ti e LCTA continueranno anche in futuro a creare queste ottime occasioni per conoscere e sviluppare contatti con mercati esteri. Attualmente ricordiamo che i Paesi prioritari per le nostre attività sono: Russia e paesi CSI (Ucraina, Kazakistan) e Iran.

Per maggiori informazioni sulle missioni economiche, contattare Chiara Crivelli, Head of International Desk.

Germania: missione multisettoriale della Cc-Ti a Lipsia

Nell’aprile scorso si è tenuta in Ticino la visita del Sindaco per gli affari economici della Città di Lipsia (Germania), Uwe Albrecht. Gli incontri che si sono svolti in questa occasione sono stati estremamente proficui e per dar seguito alle interessanti sinergie createsi tra la delegazione sassone e la realtà economica ticinese, la Camera di commercio e dell’industria del Canton Ticino ha deciso di organizzare una missione a Lipsia dal 9 all’11 novembre 2016.

Lipsia sta attualmente concentrando la sua strategia economica nella promozione di 5 importanti cluster:

  1. Salute e biotecnologia
  2. Industria automotive e relativi fornitori
  3. Energia e ingegneria ambientale
  4. Logistica
  5. Media e scienze creative

A questo link potrete trovare maggiori informazioni sulle attività economiche della Città di Leipzig.

L’importanza della Germania in quanto partner commerciale per la Svizzera non è da sottovalutare. Per questa ragione la Cc-Ti mira ad intensificare i rapporti con la regione di Lipsia, regione estremamente interessante dal punto di vista degli alti standard di qualità della produzione industriale, dell’innovazione e della ricerca. La Cc-Ti tiene a dare la possibilità alle nostre aziende di avere contatti concreti con aziende locali, al fine di incrementare le opportunità di business e promuovere la cooperazione tra imprese ticinesi e germaniche.

La missione organizzata dalla Cc-Ti sarà multisettoriale e sono invitate a parteciparvi le aziende attive nei settori sopracitati.

Il programma della visita prevede degli incontri ufficiali con la Municipalità di Lipsia, diverse visite ad aziende locali e incontri B2B con potenziali partner. Il programma sarà adattato e personalizzato a seconda della tipologia delle aziende partecipanti.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Chiara Crivelli, International Desk, email

La Cc-Ti in visita alla fiera del settore alimentare “PRODEXPO”

Dal 7 al 9 febbraio la Cc-Ti si è recata a Mosca con alcune aziende ticinesi per visitare la fiera internazionale del settore alimentare PRODEXPO, giunta alla sua 23° edizione.

Secondo la Russian National Exhibition Rating, stabilita dalla Camera di commercio e dell’industria della Federazione Russa e l’Unione russa delle esposizioni e fiere, Prodexpo è stata riconosciuta come la fiera più grande in Russia per la categoria dei prodotti alimentari. Durante la fiera sono presentati i migliori prodotti alimentari, bevande e le ultime tecnologie per l’industria alimentare. Quest’anno lo spazio espositivo contava 100’000 m2 e 1’986 espositori, provenienti da 65 paesi. I padiglioni nazionali sono 27 (tra cui quelli di Brasile, Italia, Francia, Cina, Iran, Turchia,…). Ogni anno viene visitata da più 50’000 persone in provenienza da 100 paesi e da tutte le regioni russe. Il potenziale economico della fiera è molto alto, come il profilo dei visitatori: il 94% dei visitatori è infatti professionista del settore alimentare. La fiera riceve il patrocinio del Ministero dell’agricoltura della Federazione russa e della Città di Mosca.

La visita a Prodexpo è stato solo il primo dei progetti russi della Cc-Ti per il 2016. In programma vi saranno ancora due missioni commerciali, una in aprile (dal 11 al 15) e l’altra in settembre. Il lavoro della Cc-Ti sul mercato russo continua quindi a pieno ritmo!

Per chi fosse interessato alle prossime missioni della Cc-Ti, contattare:
Chiara Crivelli, Head of the International Desk, crivelli@cc-ti.ch

La Cc-Ti si prepara per la missione commerciale in Kazakistan a maggio

Mercoledì 3 febbraio 2016 si è tenuto presso la Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del canton Ticino (Cc-Ti) la presentazione della missione commerciale della Cc-Ti in Kazakistan, prevista dal 15 al 20 maggio 2016. L’evento ha voluto presentare, da un lato, il Kazakistan come mercato economico e il suo potenziale per le aziende svizzere e ticinesi, dall’altro, è stato messo l’accento sul programma della missione della Cc-Ti. Una trentina di persone ha partecipato all’evento, questo a dimostrare il vivo interesse per un paese dalle grandi prospettive.

Dopo un breve saluto da parte del Vice-Direttore della Cc-Ti, Marco Passalia, si è entrati nel vivo grazie al brillante intervento di Michael Kühn, Senior Consultant Russia + GIS di Switzerland Global Enterprise, il quale ha messo l’accento sulla situazione attuale del mercato kazako, sulle tendenze a breve/medio termine, sul potenziale economico e sulle opportunità commerciali per le aziende svizzere.

In seguito, Chiara Crivelli, Head of the International Desk della Cc-Ti, ha illustrato il programma e i contenuti della missione economica che avrà luogo dal 15 al 20 maggio 2016 ad Almaty e Astana. Il viaggio sarà organizzato in collaborazione con Switzerland Global Enterprise e l’Ambasciata svizzera ad Astana e intende dare la possibilità ad aziende ticinesi di entrare in contatto con un mercato in crescita costante. Il programma prevede dei seminari sulla situazione economica attuale del paese, delle visite ad aziende svizzere presenti in Kazakistan e per ogni ditta verrà organizzata una serie di incontri B2B con potenziali partner kazaki selezionati dal Trade Point di Switzerland Global Enterprise in Kazakistan.

Dopo la presentazione, vi è stata la possibilità di networking e i partecipanti all’incontro hanno avuto modo di poter discutere anche con tre rappresentanti dell’Ambasciata del Kazakistan a Berna, che ci hanno fatto l’onore di assistere all’evento.

Il Kazakistan in breve

Dalla caduta dell’Unione Sovietica, il Kazakistan ha dimostrato un notevole sviluppo economico e al giorno d’oggi si rivela essere una delle ex-repubbliche sovietiche più dinamiche e modernizzate. Negli anni sono state implementate nel paese diverse riforme che hanno contribuito a creare un ambiente economico favorevole. La sua stabilità politica, l’adesione all’Unione doganale eurasiatica e all’Organizzazione mondiale del commercio, fanno del Kazakistan un paese attrattivo anche per le aziende svizzere.

Le presentazioni
Kazakhstan: Market with potential for Swiss PME?
Michael Kühn, Switzerland Global Enterprise
Programma e contenuti della missione in Kazakistan, 15-20 maggio 2016
Chiara Crivelli, International Desk, Cc-Ti
Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Chiara Crivelli, Head of the International Desk, crivelli@cc-ti.ch, 091 911 51 15.

ALLA SCOPERTA DEL KAZAKISTAN – settembre 2015

La Cc-Ti ha partecipato dal 7 al 10 settembre 2015 ad una missione economica in Kazakistan organizzata da Switzerland Global Enterprise.

La Cc-Ti ha colto l’occasione di partecipare a questa missione svizzera fungendo da apri pista per le aziende ticinesi interessate al mercato kazako. Oltre a rappresentare il settore dell’export ticinese, tramite la Lugano Commodity Trading Association è stato pure presentato il settore del trading di materie prime. Il Kazakistan ha indubbiamente un grande potenziale ed è sicuramente un mercato interessante. Nel campo delle materie prime ci sono grandi possibilità, soprattutto per quello che riguarda il commercio di zinco, ferro, petrolio e gas. I Kazaki hanno inoltre mostrato grande interesse per il settore alimentare (dai prodotti al know-how svizzero a livello di produzione) e per l’industria delle macchine (legate al settore alimentare, agricolo e delle costruzioni).

Durante la visita la Cc-Ti ha avuto modo di entrare in contatto con questa realtà ancora poco conosciuta e di creare importanti e utili contatti in vista dell’organizzazione di una missione tutta ticinese in questo Paese prevista per la primavera dell’anno prossimo. L’intenso programma prevedeva 2 giorni ad Astana, capitale del Kazakistan dal 1997, e due giorni ad Almaty, città a sud del paese, al confine con Cina e Kyrgyzstan. I partecipanti alla missione hanno potuto confrontarsi con imprenditori svizzeri già presenti in Kazakistan, come il Console onorario svizzero, Roland Hörler, attivo nel paese dal 1993 e fondatore di un centro svizzero ad Almaty che oggi raggruppa gli uffici delle aziende svizzere Leica Geosystems, Georg Fischer, Geberit e Sygma. Sono pure state organizzate delle visite in alcune aziende locali, come la fabbrica di pasta “Tsesna”, equipaggiata dall’azienda svizzera Bühler AG; o la fabbrica di locomotive per treni passeggeri e treni merci “Locomotive Plant Alstom”, una joint venture con le Ferrovie Statali Kazake. Tra gli incontri ufficiali, la delegazione guidata dall’Ambasciatore svizzero in Kazakistan, il Ticinese Mauro Reina, è stata accolta al Municipio di Almaty e ha potuto incontrare il nuovo sindaco della città. I rappresentanti della Cc-Ti hanno pure avuto modo di incontrare i propri omologhi kazaki: la Camera degli imprenditori del Kazakistan, la Camera per il commercio internazionale del Kazakistan e la Camera di commercio e dell’industria della Città di Almaty.

Missione economica in Russia, 19-22 maggio 2015

Dal 19 al 22 maggio scorsi si è svolta a Mosca l’ultima missione economica, organizzata dalla Camera di commercio e dell’industria del Cantone Ticino (Cc.Ti).  Dedicata al settore alimentare e a quello vinicolo ticinesi, la missione aveva l’obiettivo di presentare le eccellenze ticinesi e di mettere in contatto i nostri produttori con potenziali acquirenti russi.

Mercoledì 20 maggio si è svolta con successo una serata di degustazione dei nostri prodotti presso la residenza dell’Ambasciatore svizzero a Mosca, Pierre Helg. L’azienda Agroval di Airolo, produttrice di formaggi e latticini, ha presentato, oltre ai suoi rinomati formaggi d’alpe, una linea di yoghurt appositamente prodotta per il mercato russo. La ditta Rapelli di Stabio ha offerto una degustazione della  salumeria e dei prosciutti di produzione ticinese. Per il settore enologico, Chiodi Ascona e Tamborini Vini di Lamone hanno fatto degustare i nostri migliori Merlot ad un folto pubblico che ha aderito all’invito del nostro Ambasciatore. Nel corso della serata è pure stato offerto agli ospiti un eccellente “risotto alla ticinese”, servito in forme di formaggio d’alpe.

Alcuni politci, fra cui un membro della Duma, rappresentanti di importanti catene di supermercati, F&B managers dei più noti alberghi di Mosca, importatori e distributori del settore alimentare ed enogastronomico, come pure il magnate russo Michail Kusnirovich, proprietario dei grandi magazzini Gum, che sorgono sulla piazza Rossa, hanno così avuto la possibilità di mettersi in contatto con i nostri imprenditori e degustare i loro prodotti. Alla serata era pure presente Dimitri Tugarinov lo scultore che ha realizzato il monumento al generale russo Suvarov posto in cima al S. Gottardo.

La delegazione ticinese ha ricevuto i complimenti da parte di tutti gli ospiti per l’eccellenza dei prodotti presentati, come pure quelli del nostro Ambasciatore Pierre Helg che ha elogiato il Ticino per la sua intraprendenza e dinamicità.

Grazie alla collaborazione con lo Swiss Business Hub di Mosca, antenna di Switzerland Global Enterprise, le aziende ticinesi hanno potuto conoscere e selezionare tramite incontri B2B dei potenziali partner russi. Alcuni contatti sono sfociati in accordi veri e propri, altri hanno dato lo spunto per approfondimenti.

Come consuetudine, la missione è stata finanziata esclusivamente con mezzi privati della Cc-Ti e delle aziende partecipanti, in modo da promuovere le nostre aziende e il nostro territorio senza gravare in alcun modo sulle finanze del cantone.

La missione ha riscosso un grande successo e la Cc-Ti è già al lavoro per l’organizzazione del prossimo viaggio.

Clicca qui per visualizzare il programma della missione economica in Russia per esteso.

Missione della Cc-Ti a Mosca – 2014

Imprenditori del settore alimentare ticinese a Mosca

La Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del Cantone Ticino ha organizzato dal 5 all’8 novembre 2014 a Mosca una missione con lo scopo di presentare in Russia alcune aziende ticinesi attive nel settore alimentare. L’obiettivo era quello di trovare degli sbocchi sul mercato russo per i prodotti alimentari di qualità proposti dalle nostre aziende.

La situazione attuale, causata dalle sanzioni russe sui prodotti alimentari provenienti dall’UE e dagli USA, rende questo tipo di prodotti molto ricercati in Russia. Questi prodotti andrebbero ad occupare una fetta di mercato, piuttosto di nicchia, ma che ha ancora un grande potenziale in Russia.

Giovedì 6 novembre ha avuto luogo l’incontro ufficiale alla Camera di commercio della Federazione russa, moderato da Viktor Padalko, Direttore del dipartimento delle relazioni internazionali. L’incontro si è tenuto sotto forma di seminario, dal titolo “Seminario sulle questioni delle pratiche doganali e della certificazione per i rappresentanti delle aziende del Cantone Ticino (Svizzera)”.

I seguenti temi sono stati trattati da esperti russi:

  • La situazione economica attuale in Russia. La collaborazione economico-commerciale tra Russia e Svizzera. (Sergej Karaulov, Vice direttore del Dipartimento Europa e America del Ministero dello sviluppo economico della Federazione russa)
  • Le procedure doganali in Russia e i requisiti per la documentazione doganale. La politica tariffo-economica dopo l’accesso della Russia all’Unione doganale e all’ OMC. (Irina Vakhterova, Partner “Corporate Lawyers Group”)
  • Le procedure di omologazione per il mercato russo per i latticini e le bevande analcoliche. (Gulnara Mazitova, Vice direttore del Centro analitico “Sojusekspertisa “.)
  • Le peculiarità delle differenti catene di distribuzione russe e come affrontarle. (Sergej Kuznetsov, Direttore dell’Unione dei supermercati russi)
  • Presentazione del progetto “Il potenziale dell’esportazione della Russia” (Alexej Savrasov, Esperto del Dipartimento della cooperazione internazionale del World Trade Center Moscow)

La sera la delegazione è stata ricevuta dal Consigliere per gli affari economici, finanza e scienza dell’Ambasciata svizzera a Mosca, Julien Thöni. Un’ottima occasione di networking con imprenditori russi e imprenditori svizzeri già attivi a Mosca.

Venerdì 7 novembre si sono tenuti gli incontri B2B per le nostre aziende. Gli incontri sono stati organizzati ottimamente dalla sede di Mosca di Switzerland Global Enterprise. I feedback delle aziende sono stati molto positivi. I nostri imprenditori sono rimasti particolarmente colpiti dalla qualità dei contatti, seri e concreti.

Missione della Cc-Ti a Mosca – 2013

Mosca: un’ulteriore tappa nello sviluppo delle attività dell’International Desk della Camera di commercio e dell’industria del Cantone Ticino

Nel quadro delle attività dell’International Desk, settore creato due anni fa per rafforzare la presenza di aziende ticinesi all’estero, la Cc-Ti ha organizzato una missione economica di due giorni (30 settembre e 1° ottobre 2013) a Mosca. La scelta è caduta sulla capitale russa per dare continuità alla missione ufficiale del Cantone Ticino nel 2010, ma anche e soprattutto per consolidare l’accordo di collaborazione (unico nel suo genere in Svizzera) con la Camera di commercio e dell’industria della Federazione russa e rispondere alle esigenze di molte aziende ticinesi, interessate al mercato russo. La Cc-Ti ha così riunito una delegazione di una quindicina di persone in rappresentanza di 8 aziende, conformemente alla filosofia di spostarsi con piccoli gruppi per facilitare i contatti anche fra i membri della delegazione. In effetti, questo elemento è di fondamentale importanza in quanto le missioni servono per incontrare partner esteri, ma anche per favorire la conoscenza reciproca fra le aziende ticinesi che affrontano il viaggio. Il mix fra realtà industriali, della finanza e dei servizi ha creato legami utili non solo per operare sul territorio russo, ma anche per facilitare le collaborazioni sul suolo ticinese. Da sottolineare, fatto importante e poco usuale alle nostre latitudini, che queste missioni sono organizzate dalla Cc-Ti e interamente finanziate con mezzi privati, quindi senza alcun sostegno pubblico. È un nostro importante contributo alla promozione del nostro territorio, che alla collettività non costa assolutamente nulla.

La missione a Mosca è da considerare perfettamente riuscita. La nostra delegazione è stata dapprima accolta presso la Camera di commercio e dell’industria della Federazione Russa, in particolare dal suo direttore per le relazioni esterne V. I. Padalko, oltre che da un folto gruppo di imprenditori moscoviti, preventivamente selezionati fra i settori di pertinenza (industria, finanza e servizi). Durante i lavori svoltisi sull’arco di una giornata abbiamo potuto presentare il Ticino e le sue potenzialità, dando visibilità anche a realtà settoriali importanti come Ticinomoda e la Lugano Commodity Trading Association, che hanno riscosso notevole interesse fra gli imprenditori presenti. La delegazione è stata in seguito invitata a visitare il centro di Skolkovo, un incubatore di imprese start-up ad alta tecnologia in cui i russi ma anche imprese straniere, come ad esempio Microsoft, hanno investito importanti capitali. Alla fine della prima giornata, la delegazione è stata ricevuta dall’Ambasciatore svizzero a Mosca, un’occasione privilegiata per un fondamentale scambio di esperienze con aziende svizzere già presenti in Russia e quindi in grado di dare indicazioni importanti sia per la ricerca di partner che per il modus operandi da adottare per avere successo su un mercato grande e non facile.

La seconda giornata è stata caratterizzata da incontri B2B, che hanno permesso alle aziende ticinesi di interloquire direttamente con potenziali partner russi.

Per dare continuità a questa missione, la Cc-Ti ha deciso di designare, fra i grandi mercati in fase di espansione, la Russia come destinazione strategica per i prossimi quattro anni. In questo modo si potranno approfondire e sviluppare con un lavoro costante i legami creati nel corso dell’ultima missione e del lavoro preparatorio svolto in precedenza. Vi sarà pertanto almeno una missione economica all’anno in Russia, modulata secondo le esigenze delle aziende ticinesi.

Scarica il programma: TICINO BUSINESS MISSION TO MOSCOW