EAU: imposta sull’utile delle società dal 01.06.2023

Con l’esercizio finanziario che inizierà il 1° giugno 2023, per la prima volta le società degli Emirati Arabi Uniti saranno tenute a pagare l’imposta sull’utile.

Noti in tutto il mondo per la loro politica estremamente favorevole, gli Emirati Arabi Uniti (UAE) introducono per la prima volta un’imposta federale sull’utile delle persone giuridiche: essa entrerà in vigore per gli esercizi finanziari a partire dal 1° giugno 2023 (dal 1° gennaio 2024 per chi segue l’anno solare).

A partire dalla metà del prossimo anno, le aziende emiratine e le società straniere con una stabile organizzazione negli EAU (es. una sede, una filiale o un ufficio) e con un reddito imponibile di almeno 375’000 AED (circa 95’000 EUR / 100’000 CHF) dovranno pagare un’aliquota base dell’imposta sull’utile del 9%. Per supportare le piccole imprese e le start-up, l’aliquota per gli utili imponibili fino a 375’000 AED sarà invece dello 0%. La nuova imposta non si applicherà né alle società nelle zone franche degli Emirati (a meno che non svolgano attività nel Mainland) né alle imprese che operano nell’estrazione di risorse naturali, per contro un’aliquota differente si applicherà alle grandi multinazionali che rispondono a criteri specifici stabiliti con riferimento al “Pillar two” del progetto OCSE Base Erosion and Profit Shifting.

Infine, l’imposta sull’utile non si applicherà ai redditi personali derivanti da lavoro, immobili e altri investimenti, né ai redditi guadagnati da un’azienda autorizzata al di fuori degli EAU.

Con un’aliquota che comunque è e rimane la più bassa al mondo tra le imposte sulle società, gli EAU affermano così il loro impegno a soddisfare gli standard internazionali per la trasparenza fiscale e a prevenire pratiche fiscali dannose.

Ulteriori informazioni: