Associazione della rete di aziende formatrici del Cantone Ticino (ARAF Ticino)

10 anni di ARAF: un modello per facilitare la gestione degli apprendisti alle aziende

Sistema duale con l’Associazione della rete di aziende formatrici del Cantone Ticino (ARAF Ticino)

L’Associazione della rete di aziende formatrici del Cantone Ticino (ARAF Ticino) è nata il 31 gennaio 2007 con il duplice scopo di:

  • collaborare con le aziende nella formazione di apprendisti impiegati di commercio
  • promuovere la formazione duale; attraverso la condivisione del posto di tirocinio, fra quelle aziende che non hanno mai formato giovani leve o che hanno smesso di farlo.

I motivi per i quali le aziende sovente non hanno la possibilità di creare una struttura formativa interna sono essenzialmente:

  • il numero limitato di personale impiegato;
  • la mancanza di competenza nella formazione commerciale di base;
  • la durata di 3 anni del periodo di apprendistato.

Le aziende che decidono di fare parte dell’ARAF Ticino stipulano con l’associazione un contratto formativo di un anno. L’accordo tra l’azienda interessata e ARAF Ticino può essere limitato nel tempo, proprio perché l’associazione è costituita da una rete di aziende che permette di mettere in rotazione gli apprendisti. È proprio ARAF Ticino a procedere all’assunzione e alla firma del contratto di tirocinio, alla sorveglianza della qualità della formazione e a tutte le attività amministrative del tirocinio.
Concretamente dunque, diverse aziende si appoggiano ad ARAF Ticino e, a rotazione di almeno un anno, si dividono i doveri, la formazione e le responsabilità legate a un posto di tirocinio in campo commerciale. Ogni azienda mette a disposizione un tassello della formazione e ARAF Ticino si preoccupa di metterli insieme. In pratica, nel progetto, ARAF Ticino diventa il datore di lavoro della persona in formazione, stipulando secondo la legge svizzera il contratto di tirocinio con il beneficiario, e concludendo un contratto di formazione con l’azienda formatrice che introduce il/la giovane apprendista nei lavori pratici previsti dagli obiettivi di formazione. ARAF Ticino assiste l’azienda formatrice, traducendo gli obiettivi formativi in attività pratica e soprattutto occupandosi di tutti gli aspetti amministrativi correlati al tirocinio.

Generalmente, l’apprendista dovrebbe ricevere una formazione di base comune, che gli permetterà di affrontare con competenza, una volta diplomato, le attività tipiche dell’impiegato di commercio nei diversi settori e/o funzioni dell’economia e dell’amministrazione.
La professione di impiegato di commercio è caratterizzata da una grande varietà di attività. Ognuna di queste ricopre una maggiore o minore importanza a seconda dell’azienda in cui la formazione viene svolta. In questi anni si assiste ad una trasformazione digitale che tocca tanto la vita professionale quanto quella personale. Saranno richiesti nuovi profili professionali, che siano in grado di seguire l’evoluzione tecnologica, gestirne la sua complessità, e avere il coraggio di decidere e gestire correttamente il rischio.
Verificate le potenzialità formative delle aziende associate, ARAF Ticino definisce i piani di rotazione degli apprendisti proprio nell’ottica di una formazione completa, innovativa e concreta.
Capita quindi che fra le aziende citate, ve ne siano di quelle che potrebbero formare bene un apprendista nei campi delle relazioni con la clientela (accoglienza, contatti interpersonali…), della corrispondenza e della documentazione (invio di comunicazioni, dati e fatture; apertura, controllo e distribuzione della documentazione…), della gestione delle informazioni e dell’utilizzo delle tecnologie della comunicazione e dei social, ma non nelle elaborazioni contabili/ finanziarie (attività spesso svolte in outsourcing) e nel marketing. Ecco che la soluzione della formazione in rete diventa particolarmente interessante.
Nell’esempio descritto, una prima azienda forma l’apprendista per un periodo di due anni, mentre la seconda completa in modo ottimale la formazione dello stesso tirocinante. Le possibilità di formare in rotazione sono molteplici: un’azienda, ad esempio, potrebbe decidere di formare unicamente apprendisti del primo anno o del terzo anno. Nella realtà odierna, abbiamo però anche delle aziende che, dopo il primo anno di prova, hanno deciso di formare l’apprendista nel periodo dei tre anni”.

Cogliamo l’occasione per ringraziare Rinaldo Gobbi che è stato per i primi 10 anni presidente dell’associazione ARAF. Al suo posto è stato nominato dal 2017 Roberto Klaus, collaboratore della Camera di Commercio della Cantone Ticino.

L’ARAF in cifre:

  • Numero aziende associate (31.12.2016): 45.
  • Numero aziende che formano apprendisti impiegati di commercio (31.12.2016): 21.
  • Numero dei contratti di tirocinio stipulati nei primi 10 anni: 97.
  • Fatturato 2016: 450’000 franchi, coperti nella misura del 70 % dalle quote pagate dalle aziende formatrici associate.
  • Il contributo degli enti pubblici è passato dal 63% del 2007 al 15% del 2016.
  • La media dei risultati ottenuti negli esami aziendali finali dagli apprendisti formati da ARAF Ticino è sempre stata superiore alla media cantonale.
  • La gestione del progetto nato dalla collaborazione tra la Società degli impiegati di commercio (SIC Ticino), la Camera di commercio del Cantone Ticino (Cc-Ti), dall’Associazione industrie ticinesi (AITI), dalla Confederazione e dal Cantone è passata dall’unica unità lavorativa del 2007, con 9 apprendisti, all’ 1,9 del 2016 (31.12.2016), con 25 apprendisti formati in rete.
Per un contatto diretto:
Marco Ricci – Tel. 091 821 01 20 (diretto)
Remo Tamburlin – Tel. 091 821 01 45 (diretto)
Dati di contatto:
ARAF, Via Vallone 27, 6500 Bellinzona, info@araf.ch, www.araf.ch