Muriel Campi raggiunge la pensione

Dopo oltre 15 anni di attività, il 30 aprile 2019 Muriel Campi, collaboratrice del Servizio Export della Cc-Ti, si congeda dalla vita lavorativa per raggiungere la meritata pensione. Una breve intervista per ripercorrere la sua vita professionale presso la Cc-Ti.

Dopo oltre 15 anni di lavoro per la Cc-Ti, sei arrivata a godere della meritata pensione. Quali sono i ricordi più significativi della tua esperienza?

I primi ricordi risalgono alla mia primissima esperienza lavorativa nell’ahimè lontano 1974, quando venni assunta dalla Camera di commercio come segretaria, per occuparmi di varie associazioni, quali la Società dei commercianti di Lugano, l’Associazione dei carrozzieri e di altre mansioni relative all’attività del mio allora direttore, il dr. Adriano Cavadini. Dopodiché mi sono sposata e dedicata alla famiglia per anni.

Ti sei poi occupata del Servizio Export e Legalizzazioni. Come è cambiato il lavoro “sul campo”?

Sono infatti rientrata nel mondo del lavoro con un’esperienza nel commercio al dettaglio in proprio, e poi come impiegata nell’ambito bancario. Nel 2004, torno alla Camera di commercio e ho così avuto l’opportunità di scoprire un settore a me fino ad allora sconosciuto: l’export.

Ho imparato a che cosa servono i Certificati d’origine, i Carnet ATA, le varie legalizzazioni di documenti inerenti l’esportazione, con tutte le regole annesse. Mi ha molto interessata scoprire ciò che viene fabbricato nel nostro Cantone, da dove provengono le materie prime e quali sono le lavorazioni eseguite sul nostro territorio, come pure le merci acquistate all’estero e rivendute tali e quali.

Nel corso degli anni il lavoro si è vieppiù snellito nella “burocrazia” mentre si è allargato il campo geografico delle esportazioni e delle merci prodotte ed esportate dalle aziende del nostro Cantone. L’informatica ha sostituito tantissima carta e sono diminuite le ore passate a trascrivere numeri e dati da archiviare. L’ambiente giovane ha contribuito a mantenermi attiva ed interessata alle evoluzioni della tecnologia che senz’altro aiuta a velocizzare la mole di lavoro aumentata negli anni.

Viaggi, cultura, sport e una grande passione per il mare e la nautica. Quali sono i progetti per i prossimi anni?

Sicuramente i viaggi, la curiosità di conoscere Paesi e Popolazioni diversi da ciò che mi circonda, rimangono un mio desiderio che però verrà in parte sostituito dalla passione per la vela e la voglia di scoprire il Mediterraneo con le sue incantevoli isole. Vorrei poter trascorrere vari mesi in mare, nella serenità che offre la navigazione a vela. Le giornate saranno cadenzate dalla natura, dal meteo e dagli incontri casuali, umani e animali (vedere i delfini è sempre un’emozione).

Nei mesi in cui la navigazione non mi è possibile mi piacerebbe apprendere una nuova lingua o migliorare quelle che già conosco. In grandi linee è questo ciò che mi prospetto nel prossimo futuro, non tralasciando un po’ di sport come la palestra, lo yoga e le passeggiate in montagna, sempre sperando che la salute mi sostenga.

Ringrazio la Camera di commercio, il suo Direttore e i colleghi per aver contribuito in questi anni al mio arricchimento personale. Un po’ mi mancherete!!!

 

Approfittiamo di queste poche righe per porgere a Muriel i più sentiti ringraziamenti per il lavoro che ha sempre svolto con passione e professionalità. Buona continuazione e fortuna per tutti i tuoi futuri obiettivi!