Egitto: pre-dichiarazione ACI anche per il trasporto aereo

Dopo una prima fase di applicazione alle spedizioni via mare, dal 1° ottobre 2022 l’Advanced Cargo Information (ACI) sarà richiesta anche per le spedizioni effettuate per via aerea. La fase di prova per queste ultime è iniziata il 15 maggio 2022.

Lo scorso 1° ottobre 2021, la dogana egiziana ha introdotto un sistema elettronico per la preregistrazione obbligatoria delle informazioni relative alle spedizioni via mare chiamato “Advanced Cargo Information” (ACI). L’obbligo di preregistrazione della spedizione è ora esteso al trasporto aereo: dopo periodo di prova iniziato il 15 maggio scorso, il sistema si applicherà definitivamente a partire dal 1° ottobre 2022.

Ecco cosa sapere e come muoversi: l’importatore egiziano deve registrare in anticipo su NAFEZA, la “single window” egiziana per il commercio transfrontaliero, tutti i dati inerenti alla spedizione al fine di ottenere la pre-approvazione e acquisire il numero ACID (Advance Cargo Information Declaration), che deve comunicare all’esportatore. Da parte sua, l’esportatore deve registrare i propri dati nella piattaforma blockchain Cargo X (cfr. user manual Cargo X per costi e istruzioni) e caricarvi i documenti necessari allo sdoganamento della merce (fattura, documento di trasporto ed eventuali altri documenti da concordare con l’importatore). Tutti i documenti devo essere muniti del numero ACID ricevuto dall’importatore.

Le informazioni devono essere inserite a sistema al più tardi 48 ore prima della partenza delle merci. La spedizione è sdoganata in Egitto unicamente se il numero ACID viene incluso nella documentazione relativa alla spedizione. In caso contrario, la merce viene restituita senza essere scaricata nei porti egiziani a spese del vettore o del suo rappresentante.