Regno Unito: le opportunità e l’incognita Brexit

Home/Eventi, Eventi Export/Regno Unito: le opportunità e l’incognita Brexit
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
Banner_evento_paese_GB

Le prospettive per l’economia del Regno Unito sono radicalmente mutate da quando lo scorso 23 giugno i cittadini britannici hanno deciso di lasciare l’Unione Europea. Con la Brexit vige uno stato di incertezza per consumatori, investitori, aziende e mercati finanziari. Lo scorso 17 agosto l’agenzia di rating Moody’s ha però affermato che non vi sarà nessuna recessione, prevedendo anzi una crescita dell’1,2% per il 2017. I risultati si potranno valutare solo sul lungo termine ma già sin d’oggi si può affermare che per il Regno Unito si apre una nuova era, improntata sulla negoziazione di accordi di libero scambio.

Nel 2015, il PIL nazionale è cresciuto del 2,2%, mentre il tasso di disoccupazione si attestava intorno al 5%, il più basso degli ultimi dieci anni. Il settore di punta è quello dei servizi, in particolare banche, assicurazioni e servizi business, che rappresentano circa l’80% dell’economia del Regno Unito. Anche l’agricoltura spinge l’andamento del Paese che produce circa il 60% del fabbisogno alimentare con meno del 2% della forza lavoro. Il Regno Unito possiede molte materie prime come carbone, gas naturale e risorse petrolifere, ma le riserve di queste ultime sono in declino. Per quanto riguarda i rapporti bilaterali tra i nostri due Paesi, nel 2015 il Regno Unito era il quinto mercato della Svizzera e l’ottavo fornitore. Con i metalli preziosi, il regno della regina Elisabetta è invece il nostro ottavo mercato e il secondo fornitore. Per il totale del commercio (import e export) è invece il sesto partner commerciale (senza l’oro) e il terzo partner (con l’oro).

L’evento in oggetto intende quindi illustrare alle aziende ticinesi il potenziale offerto da questo Paese, soffermandosi sulle opportunità d’affari che si delineano in vari settori senza naturalmente dimenticare le conseguenze economiche della Brexit. Inoltre, grazie alla collaborazione con Switzerland Global Enterprise, vi è la possibilità di fissare dei colloqui individuali per una consulenza mirata durante la giornata.

Programma:

16.30        Introduzione e saluto di benvenuto

Marco Passalia, Vice direttore e responsabile servizio Export, Cc-Ti

16.35        Economic outlook
Damian Künzi, vicepresident Global Macro Analysis, Credit Suisse

16.55         Business opportunities for Swiss companies

Geraldine Mortby, Deputy Head and Head of Export, Swiss Business Hub UK & Ireland

17.15          Credit risk management

Marco Arrighini, Key Account Manager, Euler Hermes

17.30        UK and Switzerland, what’s next?

Peter Steimle, Chairman of the Ticino Chapter, British Swiss Chamber of Commerce and

Haig Simonian, Freelance journalist and formerly on the staff of the FT and Economist

 

18.15          Networking apero   

 

Novitàsegue dalle 18.45 alle 19.15                

“Business etiquette: scambio informativo con un esperto di TI Traduce sugli usi & costumi del Regno Unito”

 

Una sola iscrizione per persona.
La corretta iscrizione all’evento viene confermata immediatamente via email.

Evento in lingua inglese

Institutional Partner:

bscc2

Sponsor Export

logo s-ge
banner_pcippatrasporti
28 Credit Suisse logo
CRIF_newpayoff
EH Logo and straplineCMYK

e con la partecipazione di:

VETTORIALE LOGO TI-TRADUCE-02